Problemi di deglutizione: cibi sì cibi no

Esistono cibi e bevande che sono naturalmente adatti a chi ha problemi di deglutizione, altrimenti bisogna cambiare la consistenza con addensanti o a cibi appositamente modificati.

Esistono cibi e bevande che sono naturalmente adatti a chi ha problemi di deglutizione, ad esempio budini, yogurt, dessert cremosi, alcuni formaggi freschi, oppure è possibile modificare la consistenza degli alimenti:

  • I liquidi possono essere addensati utilizzando polveri addensanti per ottenere i vari livelli di densità
  • I cibi solidi possono essere sottoposti a frullatura, omogenizzazione, passatura, centrifugazione o cottura

In genere, in caso di difficoltà di deglutizione di grado minore si possono utilizzare, diete semiliquide o semisolide, a seconda dei casi.

Dieta Semiliquida

È una dieta fluida, omogenea, frullata o passata di consistenza tipo purea morbida.

Si riesce ad assumere generalmente con il cucchiaio ma, in alcuni casi, la densità è tale da poter utilizzare la forchetta e non necessita di masticazione.

A chi è indicata questo tipo di dieta, a seconda dei casi, riesce a bere liberamente, magari con la cannuccia, oppure solo se il liquido viene solo leggermente addensato.

Dieta Semisolida

È una dieta morbida, con cibi tritati e soffici, schiacciabili e riducibili a pezzetti con la forchetta, e che richiede poca masticazione. I soggetti a cui viene prescritta solo questo tipo di dieta, in genere possono ingerire i liquidi solo con opportuni accorgimenti

CIBI CONSENTITI

CIBI SEMILIQUIDI CIBI SEMISOLIDI/MORBIDI
Passati di verdura

Pasta ben cotta, di piccolo formato

Frullati

Gnocchetti morbidi

Creme

Carni ben cotte, tritate a pezzetti

Frappé di frutta

Formaggi freschi e morbidi

Yogurt Verdura cotta senza buccia, semi e filamenti, eventualmente impiegata per sformati e flan
Polenta liquida
Omogeneizzati

Frutta cotta o ben matura, senza buccia e semi

Formaggi cremosi
Budini
Panna cotta
Mousse

L’apporto calorico-proteico e soprattutto di vitamine, sali minerali e fibra deve essere tenuto sotto controllo in modo che sia adeguato alla struttura corporea, all’età e all’attività fisica svolta. Fate quindi gli opportuni controlli medici periodici per sapere se la dieta è adeguata o necessita di essere arricchita con integratori in polvere oppure se è il caso di utilizzare alimenti appositamente formulati per i pazienti disfagici.

Occorre inoltre prestare attenzione all’adeguata assunzione di liquidi per mantenere la corretta idratazione. Innanzitutto, considerando i liquidi contenuti naturalmente negli alimenti, prima di essere modificati, ma anche utilizzando addensanti e bevande gelificate pronte all’uso.

CIBI DA EVITARE
Cibi irritanti e/o piccanti
Cibi non omogenei (riso, verdure fibrose come finocchi, carciofi, spinaci, ecc...)
Legumi
Caramelle
Cibi di consistenza mista (pastina, minestrone a pezzi, frittata con pezzi di verdura)
Panettone
Alcolici
Liquidi non addensati (in caso di disfagia ai liquidi)