La dieta personalizzata per la disfagia

Non tutti i cibi hanno caratteristiche adatte a chi soffre di disfagia: la diversità di consistenza è il principale fattore da prendere in considerazione per alimentarsi in modo semplice e privo di rischi.

In linea generale, la consistenza morbida e omogenea è quella più spesso indicata.

Tra cibo solido e i liquidi, esistono però molte consistenze intermedie: soltanto il personale sanitario specializzato può decidere quale dieta va seguita, in base al livello di gravità della disfagia.

Il paziente, i familiari e/o il caregiver non devono decidere in autonomia la consistenza degli alimenti senza prima aver chiesto il parere del medico.

Per scaricare e/o stampare il file in pdf, CLICCA QUI.