Disfagia

​ ​

DISFAGIA: LE POSSIBILI CAUSE DI UN DISTURBO COMUNE

 

Si definisce disfagia la difficoltà ad inghiottire cibi o bevande. Poichè il processo di deglutizione inizia in bocca e termina quando i cibi o le bevande raggiungono lo stomaco, questo disturbo può essere ricon-dotto a due problematiche principali:

 

  1. Difficoltà nel formare il bolo e dirigerlo in fondo alla bocca;
  2. Scarsa coordinazione neuromuscolare che impedisce all’alimento di transitare correttamente dalla faringe allo stomaco.

 

Diverse le cause remote che possono essere associate all’insorgere dei disturbi: malattie neurologiche, tumori, avanzare dell’ età, traumatismi cranici e malformazioni.

 

VUOI SAPERNE DI PIU’? GUARDA IL VIDEO

 

A QUALI SINTOMI FARE ATTENZIONE

 

TOSSE

Tosse durante e dopo la deglutizione

SOFFOCAMENTO

Sensazione di soffocamento con alcune consistenze

RESIDUI DI CIBO

Residui di cibo sulla lingua o in bocca

RAUCEDINE

Raucedine e sensazione di occlusione in gola

SALIVAZIONE

Eccesso di salivazione e chiusura delle labbra imperfetta

PERDITA DI PESO

Perdita di peso involontaria

I NOSTRI CONSIGLI
POSSIBILI CONSEGUENZE
  • Disidratazione per il disagio nel deglutire bevande/liquidi
  • Rischio maggiore di contrarre patologie, minore aderenza al trattamento e conseguente minore risposta alle cure
  • Infezioni e infiammazioni quando gli alimenti finiscono nei polmoni (polmonite ab ingestis)
  • Dimagrimento e malnutrizione: mangiando di meno, non si riceve un apporto sufficiente di nutrienti ed energia
CONSIGLI PER UN’ALIMENTAZIONE ADEGUATA
  • Concentrare un alto valore nutritivo in piccoli volumi da ingerire
  • Garantire una dieta varia ed equilibrata
  • Macinare finemente gli alimenti
  • Non aggiungere troppi liquidi per non ridurre il valore nutritivo
  • Non mescolare consistenze diverse nello stesso piatto
  • Evitare frutta e verdura con semi (kiwi, fragole…), alimenti appiccicosi o semisolidi, cibi che si sminuzzano in bocca (biscotti…)
  • Fare attenzione alle caramelle: l’eccesso di salivazione può finire nelle vie respiratorie
  • Mangiare piccole quantità di cibo alla volta, con cucchiai di dessert
CONSIGLI PER UNA POSTURA CORRETTA NEL SOMMINISTRARE IL CIBO
  • Assicurarsi che il paziente sia in posizione comoda
  • Evitare di costringerlo a girare la testa per essere imboccato
  • Collocarsi al suo stesso livello affinché non debba alzare la testa
  • Farlo mangiare lentamente, concedendogli tempo sufficiente tra una cucchiaiata e l’altra
  • Evitare di coricarlo subito dopo mangiato
  • Evitare distrazioni mentre mangia (tv, radio, conversazioni)
La Gamma